Archivi categoria: Campagne

Redemption Song in Africa

Nel momento più caldo delle migrazioni e degli sbarchi sulle coste europee, il rifugiato Cissoko decide di tornare in Africa per dissuadere i suoi fratelli a partire per un falso sogno, allertandoli  sui rischi di questa emigrazione e sull’importanza di riconsiderare il valore della propria essenza e di un vivere pacifico nella propria terra. Quest’inno al riscatto, dall’Ile de Goree, l’isola della tratta, lo porta fino in Brasile ad omaggiare i discendenti degli schiavi che tuttora mantengono vive le origini africane. Ed è colmo di queste suggestioni che continua a rivolgersi instancabilmente alla sua gente, supportato da alcuni amici artisti e dal ricordo vivo di Thomas Sankara: “ Produciamo in Africa e consumiamo in Africa. Vivere all’africana è il solo modo di vivere liberi e degni”.

manifesto RSong
Prodotto da Solaria Film e LAGO Film e distribuito da Movimento Film, il documentario è riconosciuto di Interesse Culturale con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è patrocinato da Amnesty International. Distribuzione Home Video Cecchi Gori Entertaiment. Ha vinto il premio Rai Cinema al Festival Visioni dal Mondo del 2015.

***

“Pur considerando l’atto di migrare un diritto inalienabile di ogni essere umano, non si può non considerare la perdita di vite umane a cui stiamo assistendo nella più assoluta impotenza, constatando ad un tempo la sostanziale inefficienza delle politiche europee e africane, che non riescono a smuoversi nè sul tema dei visti, nè sull’apertura di corridoi umanitari, sbarrando in molti casi le frontiere persino ai profughi di guerra. E’ a fronte di queste considerazioni e con un forte senso d’urgenza che abbiamo realizzato questo documentario con l’obiettivo primario d’informare i giovani africani sui molteplici rischi di questa emigrazione, invitandoli, attraverso il toccante racconto del loro fratello Cissoko, a considerare la possibilità concreta di vivere o di tornare a vivere in Africa il proprio futuro. Il documentario articola un discorso fortemente emotivo, che invita al riscatto pacifico, all’abolizione del falso mito dell’occidente, alla de-colonizzazione dello sguardo, ma che incita anche alla ricerca di una reale unione, che consenta l’emancipazione della propria terra, da conflitti e povertà, affichè si concretizzi la possibilità di viverla. Vorremmo quindi realizzare un tour di sensibilizzazione in alcuni paesi africani come la Guinea, il Burkina Faso, Senegal, il Mali, Marocco, in cui alla proiezione di Redemption Song segua un efficace dibattito. Il 13 febbraio 2016, si é tenuta all’Isola di Gorée in Senegal, la prima presentazione ufficiale del documentario in Africa Occidentale e sono poi state fatte alcune proiezioni in alcune realtà “calde” di Dakar, dove è altissimo il numero dei ragazzi che vorrebbero partire. Ad accompagnarci anche parte dei musicisti che hanno aderito spontaneamente alla mission di questo progetto, che credo sia fortemente in linea con i valori e le finalità di scambio e dialogo interculturale che, in un modo o in un altro, la parte migliore della società civile persegue, con la viva speranza che si possa invertire felicemente la rotta di questi dolorosi esodi verso una Madre Africa che ha in realtà molto da offrire. Convinta che il discorso culturale resti la base per qualsiasi incontro, crescita e cambiamento, credo che Redemption Song per gli argomenti trattati, possa essere stimolante anche per ulteriori approfondimenti sul tema dell’accoglienza e dell’integrazione, quindi contribuire a farsi strumento per la sensibilizzazione, anche nelle scuole italiane ed europee.
Cristina Mantis

***

“Redemption song è un’opera assolutamente originale, che si distingue in un panorama molto ricco di documenti filmati sull’immigrazione. Non parla solo dell’andata, ma anche del ritorno. E del viaggio e della scoperta, come desideri primari, insopprimibili dell’essere umano”.
Amnesty International

loring-amnesty-international-logo